sabato 28 giugno 2014

Mercati ad un punto di domanda?

Mercati al punto di domanda di un famoso pittore che funziona
anche per i semplici analisti di grafici.
Da dove veniamo, a che punto siamo e dove stiamo andando?
Questa domanda per ora ha fermato la corsa dei mercati verso
nuovi massimi che sono incoraggiati anche dalla FED.
Da dove proveniamo lo dice l' ultimo aggiornamento del PIL US
del primo trimestre 2014 a meno 2,6% che inserito in una serie
di dati storici fornisce il grafico sotto riportato.
La visione è di una tendenza laterale ed un pò ribassista, come
ad esempio quello Cinese che però ha una tendenza più rialzista
ma lì la banca centrale è più prudente per ragioni di credito.
Ma le proiezioni sul futuro sono soggettive e la signora Jellen e
la FED immaginano che dal minimo del primo trimestre 2014 il
PIL US rimbalzerà in modo deciso e questo è anche un metodo
per dare fiducia all' economia.
E la fiducia a questo punto di rialzo dei prezzi del mercato è tutto
ciò che rimane assieme alla liquidità.
Ma se ci sarà un forte rimbalzo allora perchè la FED continua
a mettere a disposizione degli investitori ancora ben 35 miliardi
di dollari freschi al mese? Forse che quelli vecchi sono scaduti
ed allora bisogna buttarli come i cibi avariati?
Ebbene no i dollari non vanno a male, ma per raggiungere nuovi
massimi il mercato ha bisogno di nuovo carburante ed il Frattale
può salire ancora un pò e con  metodo il rally può continuare!
Ora sembra un gioco d' azzardo, può funzionare oppure no?

















































sabato 21 giugno 2014

Wall Street sempre al rialazo con qualche nuvola

Ecco tre grafici che mostrano 3 facce del Wall Street:
l' SP500 dove, come sul Dow Jones Industrial, ogni ribasso o ribassino è
occasione di acquisto perchè la forza rialzista finanziata anche dalla FED
e dall' onda dell' ottimismo generale è forte.
Il Nasdaq100 che sembra su un massimo ed avrebbe bisogno di correggere
un pochino prima di mettere a segno un' altro rialzo.
Infine il rialzista per eccellenza Dow Jones Transportation che non è ancora
su un doppio massimo, forse Appaloosa Management ha venduto?
Ma se qualcuno lungimirante vende, altri si affrettano ad acquistare!
Il Trading System invece questa settimana ha preso il rimbalzino sulle borse
Europee, come in parte riportato dalla Mediana nel grafico FTSE MIB.





































giovedì 19 giugno 2014

SP500 a 2.100 punti?

Ieri la FED ha tagliato il forecast del PIL Americano ma ha mantenuto l'
iniezione di liquidità se pur ridotta ed ha infuso ottimismo per la crescita
del PIL per il biennio 2015 e 2016, ma entriamo un pò nei dettagli.
La FED ha ridotto la previsione di PIL da 2,9 a 2,1/2,3 cioè del 20%
giustificando questo con l' inverno 2014 particolarmente freddo ma che
spiega solo una contrazione del PIL del  9,4 ed il restante 10;6%?
Comunque i profitti delle aziende nella prima parte dell' anno sono stati
nella maggior parte dei casi inferiori alle attese e se il PIL non sarà all'
altezza delle aspettative il fenomeno continuerà.
Quindi una correzione del mercato potrebbe essere giustificata?
Ma la FED continua ad immettere nel mercato ancora 35 miliardi di $
al mese con l' acquisto di bond e mortgage backed debt (subprime) e
quindi il mercato fa il suo mestiere e li investe.
Poi la FED vende dell' ottimismo per gli inverni 2015 ed il 2014 ed il
mercato parte al rialzo, perfetto.
Ma la punto in cui siamo da un punto di vista statistico diventa difficile
per il mercato  continuare a crescere mantenendo una bassa volatilità
ed allora molto probabilmente dovrà aumentare la volatilità e poichè i
profitti non promettono cose esaltanti il mercato in 2/3 mesi rischia di
raggiungere un massimo a 2.100 punti per poi finire come nel grafico
SP500 1987 da dove sono stati proiettati i 2.100 punti.



sabato 14 giugno 2014

Venerdì 13 di luna piena

Venerdì 13 di luna piena è una combinazione rara e fortunata
per Wall Street ed il FTSE MIB..
Infatti venerdì 13 ottobre 2.000 l' SP500 mise a segno un rally
del 3,3%, ed il nostro FTSE MIB del 1,9%.
Purtroppo poi terminarono la correzione in corso 2 anni dopo.
Anche questo venerdì 13 di luna piena Wall Street ed il nostro
FTSE MIB hanno mostrato il segno più ed anche ora sembra
abbiano iniziato un aggiustamento o una correzione.
Ora il nostro FTSE MIB ha i segnali a breve e medio della linea
Mediana e quello del Ciclo negativi mentre rimangono positivi
quelli di Trend anche se in fase di contrazione.
I segnali sul' SP500 sono tutti negativi ed il grafico contiene i
commenti sul Frattale e quindi sul Trend di medio lungo.




domenica 8 giugno 2014

L' FTSE MIB e gli ABS

Il nostro FTSE BIB è su un nuovo massimo degli ultimi 4 anni grazie
alla stabilità politica incrementata dai risultati delle elezioni Europee
e grazie all' ultimo intervento della BCE che oltre a tagliare i tassi ha
proposto anche l' introduzione degli ABS con la finalità di aumentare
il credito alle PMI.
Un operazione sicuramente positiva per i paesi del Sud Europa dove
c'è un del credit crunch anche se nel medio termine gli ABS si sono
rivelati pericolosi.
Gli ABS in versione Americana sono chiamati subprime ed entrambe
assicurano un credito, lo vendono ad una finanziaria che anticipa l'
incasso a chi ha emesso la fattura e la finanziaria resta poi in attesa
del pagamento del cliente.
Un credito è assicurato è finanziariamente sicuro anche se di fatto il
processo di controllo e di sollecitazione del credito rimane indebolito
ed in America ha generato notevoli perdite.
Ripartire l' assicurazione tra varie assicurazioni non serve ad incassare
al tempo stabilito dal cliente, a tal fine serve un processo di controllo
del credito ceduto ed assicurato.






venerdì 6 giugno 2014

La divergenza dell' SP500 a quella del Nasdaq

Sulla borsa Americana ci sono state due settimane di intensi rialzi
guidati dalla fiducia in un futuro migliore ed aiutati dalla liquidità.
Alla fine di questi frenetici rialzi a volte si aprono delle divergenze
tra l' andamento rialzista (Uptrend) dell' Indice ed il Frattale che
invece inizia a scendere (Downtrend) anticipando una correzione.
La correzione non è sicura al 100% ma è il caso di stringere gli
Stop Loss perchè una correzione piccola o grande può essere in
preparazione, anche se non subito.
Certo che la liquidità, che la FED ancora crea, può trasformare
una correzione in un piccolo aggiustamento anche spostato in là
nel tempo ma queste divergenze ora sta interessando sia l' SP500
che il Nasdaq.
Ai primi di marzo la divergenza interessò solo l' SP500 mentre il
Nasdaq intraprese una correzione da cui ora è uscito su un nuovo
massimo, ora la situazione è più complessa e l' ottimismo più alto.
Un compito della liquidità è aggirare le divergenze, riuscirà?