sabato 29 dicembre 2012

Debito Sovrano 28.12.2012


EURO Dollaro: la BCE con le iniezioni di liquidità e gli interventi nella
gestione dei debiti pubblici dei paesi a rischio (PIIGS) ha dato fiducia ai
mercati dalla metà del 2012 come dimostrato dall' andamento del cambio.
Ma l' oscillatore CCI30 dà un segnale di probabile inversione assieme all'
Indicatore di Ciclo calcolato a 7 giorni che tende alla negatività.
Purtroppo la politica monetaria della BCE non ha risolto il problema del-
la crescita delle economie dei PIIGS; soprattutto Grecia Spagna ed Italia.

















FTSE MIB per ora si vede su massimo ancora discendente rispetto
ai precedenti, come viene evidenziato dagli indicatori tecnici.
Purtroppo l' Italia di nuovo non è riuscita a ridurre i costi esorbitanti
della politica. Infatti non ha ridotto nè il numero delle provincie né
il numero dei parlamentari ma ha continuato ad aumentare le tasse
ed il debito continua a salire e le banche dovrebbero ricapitalizzare.
Una ripresa economica può essere spinta solo dall' export o ha anche
bisogno di una sana economia del paese?









DAX in Germania l' economia va meglio, il debito pubblico è controllato
e gli indicatori tecnici ci dicono che siamo su un massimo ma attenzione
che se l' economia globale rallenta anche questo indice correggerà.
Questo aspetto è già stato trattato nel post precedente indicando i possibili
livelli di supporto.









SP500 negli Stati Uniti i timori che il controllo di bilancio pubblico
imposto con il Fiscal Cliff possa portare alla recessione si sono già
fatti sentire e gli indicatori tecnici puntano al brutto tempo.
Il massimo di metà settembre è rimasto inviolato ed i trend ora sono
tutti negativi.









 
Asia: in generale segnali tecnici di massimo di ciclo come per il DAX.

Indonesia dà segnali tecnici di un massimo appena superato e di una
piccola correzione in corso, come proseguirà?






Cina: c'è chi scommette che nel 2013 ci sarà la tanto promessa crescita
all' 8% dopo che quest' anno la crescita si è attestata al 7,5%.
Una questione di opinioni che ha fatto scrivere ad un Blog "Wall Street
è un casinò nelle nuvole".


 
 


 
 
 





venerdì 21 dicembre 2012

Mercati ipercomprati? 21.12.2012

Mercati ipercomprati come se l' economia fosse in fase di decollo.
Questo suggeriscono gli indicatori tecnici sui vari mercati, se poi
non sarà così le borse correggeranno.
Oggi c'è la scadenza trimestrale dei derivati e più sono alti i listini
e più guadagnano le posizioni long, quindi c'è una buona ragione
perché i mercati stiano dove sono.

FTSE MIB con RSI e Segnale di Ciclo sui massimi e giusto sulla
linea che discende dai massimi di marzo. Nulla di definitivo.
I nostri partiti azienda sono riusciti a mantenere il meccanismo il
selezione dei candidati di impronta aziendale: il "porcellum".
E questi partiti azienda sono riusciti a portare il costo del settore
pubblico oltre il 50% del PIL soffocando l' economia.
Però ci sono anche forze interessate all' espansione industriale che
provano a cambiare malgrado le resistenze.































DAX anche qui indicatori sui massimi ma in un trend positivo.
Qui la politica promuove la loro economia ed incide sul PIL
decisamente meno che in Italia, quindi le tasse sono inferiori.
La curva del Trend sta convergendo con la media mobile ed
il Segnale di Ciclo sta perdendo forza e questi fatti indicano
probabile lateralità a breve.


SP500 valgono le stesse considerazioni fatte per il DAX Tedesco.
L' economia ha un trend positivo generato anche dall' espansione
del debito pubblico che il Fiscal Cliff dovrebbe limitare.
Come ha insegnato Keynes il debito pubblico può essere motore
dell' espansione economica ma come abbiamo appreso anche dall'
esperienza italiana ha di limiti della crescita economica .
Poi le multinazionali, di cui l' America e la Germania sono ricche
si giovano della crescita dell' economia globale.





 
Cina la borsa cinese è salita assieme al resto ed il 2013 ci dirà se
la sua crescita è stata eccessiva o se continuerà.
Ai posteri l' ardua sentenza, per ora i mercati sono tecnicamente
ipercomprati e del domani non c'è certezza.
Comunque questo è un mercato che in prospettiva ava tenuto in
considerazione perché a medio lungo ha buone potenzialità.



















martedì 18 dicembre 2012

SP500 in rally di Natale

SP500: dopo 2 giorni di discesa in cui gli operatori hanno fatto cassa
i soldi sono ritornati in borsa.
Il motivo della risalita è il rally di Natale motivato con il rinnovo dei
prodotti derivati di venerdì 21 dicembre.
Perché più sale la borsa da qui a venerdì e più guadagnano i derivati
long che scadono appunto venerdì 21 dicembre.


ARIAD questo è il caso più emblematico del rialzo di ieri e che ben
spiega la natura speculativa a breve del movimento.
Ariad produce antitumorali e venerdì ha forzato l' approvazione di un
farmaco contro la leucemia malgrado avesse forti controindicazioni
che la FDA ha imposto di evidenziare nelle istruzioni per l' uso.
Venerdì il titolo ha perso oltre il 20% con un alto volume, poi ieri ha
ripreso quasi il 6%.
Il motivo della ripresa? Basta immettere la liquidità tolta ignorando i
problemi! Così va il mondo, basta tenerne conto nelle scelte.




Per conformità allego anche una vista dell' SP500 nello stesso formato



domenica 16 dicembre 2012

Obiettivi dell' SP500

L' SP500 vede nelle elissi in arancione del grafico due situazioni degli
indicatori tecnici analoghe.
Qualora l' analogia, che vede un massimo appena passato ed una fase
di ribasso in corso, si sviluppasse nello stesso modo della precedente
tra un mese circa potremmo trovare l' indice a 1.319 punti.
Per seguire l' evoluzione dell' SP500 tutti i giorni sui valori di chiusura
ho sviluppato il Report K7 che sarà parte dell' e-book Analisi Tecnica
in Excel in pubblicazione da febbraio del 2013.
Buona domenica a tutti!





 

sabato 15 dicembre 2012

Luci ed ombre 14.12.2012

Siamo in una fase di borsa caratterizzata da luci ed ombre?

FTSEMIB ora tende alla lateralità ma attenzione al segnale di ciclo a 7
giorni che indica debolezza. Ieri è scesa la Fiat che annunciato lo studio
di un aumento di capitale per completare l' acquisizione Chrysler.
Questo fatto e comunque molto positivo perchè consolida l' assetto
globale della società mettendola in grado di consolidare la crescita.
Sono invece salite le banche che non hanno ancora annunciato aumenti
di capitale per adeguarsi a Basilea3 o per coprire perdite: non ancora
dichiarate: bricconi!?              







DAX l' RSI, i Trend ed il segnale di ciclo indicano l' uptrend in appiattimento.







SP500 nella visione a candele segnala che ha appena raggiunto un massimo
almeno importante.
Nella visione a Trend e Cicli conferma che è un massimo a breve come nel
Report K7 dove però 2 indicatori su 7 sono ancora positivi. E' lateralità?








Petrolio che si è guadagnato una bella lateralità e come individuato la settimana
scorsa dagli amici di Uptrend e seguendo i loro consigli si potrebbe fare trading
utilizzando un oscillatore.
Spero Uptrend non se ne abbia per essere stato citato, comunque in positivo.




Nasdaq100 qui la situazione è più problematica perchè c'è molta negatività
non solo nella Apple ma anhce nel biotecnologico. Sono saliti molto in fretta.
Quando il Nasdaq scende la ripresa non è più vicina; psicologia spicciola?












Cina: ancora in uptrend e tra un pò alle prese con delle importanti resistenze
ed una fase dell' indicatore di ciclo un pò in esaurimento.
Ma fino a fine anno ed anche i primi del 2013 la liquidità potrebbe continuare
a confluire qui scommettendo sulla ripresa.
Se poi la borsa avrà anticipato troppo ritornerà indietro come sta facendo il
Nasdaq 100.

















martedì 11 dicembre 2012

Una bella lateralità?

FTSE MIB ieri sotto attacco della speculazione ribassista ha poi
recuperato per l' andamento inizialmente positivo di Wall Street.
I Trend rimangono sul negativo e la volatilità si è alzata ma le
bande di oscillazione hanno direzioni contraddittorie, siamo in
una dinamica di lateralità?







SP500 anche qui la dinamica laterale si sta consolidando e la volatilità
è sui minimi, forse che la resistenza di Fibonacci a 1.424 si fa sentire?
Gli indicatori di Trend hanno tendenze contraddittorie, ancora positivi
se visti dal rimbalzo di novembre, negativi se visti dal rialzo di giugno.
Un situazione che potrebbe soddisfare molti gestori di fondi ma che non
trova la probabilità rialziste decisamente positive quando si considera
l' impatto del Fiscal Cliff sull' economia nel 2013.



sabato 8 dicembre 2012

Tendenza dei mercati 07.12.2012

FTSEMIB: il mercato non amano l' incertezza e l' instabilità politica.
Così il nostro indice ha già gli indicatori a breve ed a medio negativi
mentre quello a medio lungo in rosso è appiattito, non vede crescita.
A breve è molto probabile che tra un rimbalzo e l' altro si ritorni sul
supporto attorno ai 15.000 punti.
mentre , considerando l' incertezza della maggioranza politica che può
uscire dalle elezioni l' analisi della volatilità a medio lungo gli assegna
la possibilità di scendere fino a 13.400 punti.






























Wall Street: SP500
La teoria sviluppata sui numeri di Fibonacci prevede che in un trend
ascendente i ritracciamenti non superino il 61,8% del rialzo.
Su SP500 questo si è verificato nei primi 2 rialzi riportati nel grafico
e non nell' ultimo e ora l' indice è alle prese con la resistenza a 1.424.


























Al Nasdaq100 è andata peggio perché l' ultimo ritracciamento è stato
del 91,4% sia a causa della Apple ed i timori sull' impatto sulla crescita
economica del fiscal Cliff. Ieri
Ieri l' indice è stato ancora negativo a conferma della ripresa di un ciclo
negativo malgrado la positività del Dow Jones.



























Questa è Apple che dopo anni di successi ha perso il primato tecnologico
sui processori e le schede grafiche per Smartphone a Tablet PC a favore
soprattutto di Qualcomm.














Ed ecco Qualcomm al momento nuovo leader tecnologico che gli
indicatori tecnici indicano in prossimità di un massimo. 

































venerdì 7 dicembre 2012

FTSE MIB, DAX ed SP500

L' FTSEMIB, anche per problemi di incertezza politica, si è rivelato un
indice piuttosto fragile ed ora gli indicatori tecnici a breve stanno girando
di nuovo verso il basso preannunciando una correzione.
Sia l' RSI che l' Indicatore di Ciclo segnalano che un massimo è appena
stato raggiunto ed, a meno di novità positive eccezionali, la correzione
appena accennata continuerà.


















Il DAX ha l' RSI, Indice di Forza Relativa, sui massimi da oltre un anno
quindi è su un massimo eccezionale. Mentre, l' Indicatore di Ciclo, che
per come è stato costruito a volte anticipa il massimo di qualche giorno,
segnala già l' avvicinarsi di una fase di correzione.








L' SP500 è di nuovo alle prese con la media a 42 giorni che  aveva intercettato
la resistenza a 1.424 che aveva bloccato la crescita.
Anche su SP500 il Segnale di Ciclo, che anticipa i massimi di qualche giorno,
conferma una probabile fase di correzione.
Prima del rally di Natale vediamo l' impatto oggi del Job Report di Novembre.




mercoledì 5 dicembre 2012

Il DAX è un posto sicuro?

Il DAX è spesso ritenuto un posto sicuro dove investire e concordo
con questa visione quando il trend complessivo è rialzista come in
quest' anno fino ad ora.
Le aziende tedesche danno un buon dividendo, la borsa è stabile ed
oggi è sui massimi dell' anno.
Ma quando ci sono delle difficoltà di crescita economica anche dal
DAX c'è la fuga e come si vede tra il 2007 e 2008 e nel 2001.
Oggi a Wall Street l' andamento è incerto perché in novembre il
settore manifatturiero ha perso 16.000 posti di lavoro compensati
dal settore delle costruzioni e dei servizi che sono più lenti a reagire
ai cambiamenti dell' economia.
Poiché l' economia Americana sta rallentando non credo sia ancora
opportuno rimanere nel DAX che potrebbe cambiare trend in modo
anche repentino in un futuro non molto lontano.

















martedì 4 dicembre 2012

SP500 e Fibonacci

In analisi tecnica preferisco le formule statistiche che generano delle
curve che sono flessibili e si adattano alla situazione.
Tuttavia i parametri di 38,2 e 61,8 che derivano dalla numerazione di
Fibonacci forniscono sempre utili informazioni.
Vediamo allora le indicazioni che forniscono se applicati all' SP500.
Nel rally dai primi di giugno con minimo intraday a 1.267 al massimo
di metà settembre 1.475 l' SP500 ha guadagnato 208 punti.
Se avesse ritracciato entro il limite del 61,8 avrebbe perso al massimo
128,4 punti rimbalzando quindi da 1.346 punti.
Ma l' indice ha realizzato a metà novembre un minimo a 1.343 punti
perdendo quindi 131 punti poco oltre la previsione con i parametri di
Fibonacci che lo avrebbe conservato con connotazioni rialziste.
Quando ai 1.343 punti del minimo aggiungiamo il 61,8% dei 131 persi
dal massimo calcoliamo una resistenza a 1.424 punti proprio dove ieri
l' indice si è fermato per poi ritornare verso il basso.
Ora gli indicatori statistici indicano la probabilità della ripresa di una
fase laterale ribassista e validano i numeri di Fibonacci.

lunedì 3 dicembre 2012

Rischi finanziari ed economici

Il mercato sta celebrando la diminuzione del rischio del fallimento
della Grecia perché l' European Stability Mechanism acquista le
obbligazioni della Grecia.
Dall' altro lato l' economia Americana da segnali di stagnazione
dei consumi a causa del fiscal cliff e dell' inflazione.
Le prospettive economiche per il 2013 si presentano quindi molto
incerte e la ripresa economica potrebbe scivolare al 2014.

FTSE MIB dove diversi indicatori segnano un massimo relativo
a cui può seguire una lateralità natalizia.

sabato 1 dicembre 2012

Tendenza dei Mercati 30.11.2012

Bel finale del mese di novembre  che ha portato gli indicatori
statistici a breve e medio termine sui massimi mentre che ha
lasciato gli indici dei paesi avanzati sotto i massimi del 2012.

L' FTSE Milano  ha prima a rotto al ribasso e poi al rialzo le
bande di oscillazione ed è riuscito a dare un segnale positivo
sul trend a medio lungo perché ha realizzato solo un massimo
relativo. L’ RSI, indice di forza relativa a breve, è sui massimi
mentre l' indice FTSEMIB come il Segnale di ciclo sono solo
su un massimo relativo. Questo assetto indica l’ esistenza di due
aspettative sull’andamento dell’ economia.
Quella aspettativa ottimista vede le economie dell'  Europea in
ripresa dal 2013, mentre l’altra aspettativa vede la ripresa dell’
Europa dal 2014.
I trend di lungo periodo e l’ analisi di volatilità degli indici dei
paesi avanzati propendono per la seconda ipotesi che può rive-
larsi un bel premio per chi ha pazienza di attendere che l’ azio-
nario e l’ economia compiano il loro percorso.  



SP500 che è l' indice guida dei trend di borsa e dove l' analisi
statistica dà i migliori risultati con minori complicazioni.
L' indice è sul bordo superiore della banda di oscillazione con
indicatore di Ciclo a medio breve sui massimi ma purtroppo i
Trend a Medio Lungo restano negativi.
In questi casi l' analisi di volatilità aiuta ad individua i supporti
importanti anche se non indica su quale si appoggerà.
Per spiegarmi riporto allora tre esempi storici.
Sul massimo del 2007 l' analisi di volatilità calcolava un anche
un supporto a 743 punti  e nel novembre 2008 SP500 raggiuse
i 752 punti. Mentre il supporto calcolato a 672 venne raggiunto
nel marzo 2009 con 677 punti. Consistente?
Ebbene dal massimo del 2 aprile 2012 l' analisi dava il primo
supporto a 1.273 punti ed il quattro di giugno SP500 segnò un
minimo relativo a 1.278.
Allora mi permetto di utilizzare l' analisi di volatilità su SP500
per predire 2 livelli di supporto per il 2013: 1311 e 1283 punti.
Quale livello raggiungerà e quando lo raggiungerà è nei calcoli
del PC e lo scopriremo solo nel 2013.






















































DAX e come fare a meno di uno degli indici europei più forti che
evidenzia un RSI oscillato tra i minimi ed i massimi dell' anno in
15 giorni! Un segno di instabilità?
I primi 2 supporti calcolati con l' analisi di volatilità sono a 6.660
e 6.133 punti.


Cina con la volatilità che c'è negli indici hanno ben ragione i
dirigenti cinesi a preoccuparsi più della stabilità della crescita
che di sofisticazioni finanziarie per fare cose incredibili come
aumentare l' inflazione che rallenta la crescita.













giovedì 29 novembre 2012

FTSEMIB sospeso al Ciclo


FTSEMIB ora ha un segnale ancora positivo dal Ciclo mentre
gli indicatori di trend a Medio Lungo restano negativi.
Quindi si prospetta la possibilità un rimbalzo o un rimbalzello.






























DAX che è decisamente più positivo ma quanto spazio ha per crescere?
Sia gli indicatori che l' indice sono vicini ad un massimo relativo un po'
discendente rispetto a quello di metà settembre.









sabato 24 novembre 2012

Tendenza dei mercati 23.11.2012


Dai minimi della scorsa settimana che hanno rotto al ribasso è
partito un deciso rialzo che portato tutti gli indicatori a breve
in positivo mentre ha lasciato ancora quelli a lungo negativi o
piatti che per ora fanno vedere il rialzo come un rimbalzo.

L' FTSEMIB evidenzia che l' Indicatore di Ciclo è passato in
fase positiva e la domanda che sovviene è: riuscirà a continuare
oppure se riprenderanno le tendenze negative.



























Il ReportK6, strutturato con criteri a breve, conferma che al momento
il rialzo è ancora in atto. Vedremo la prossima settimana se conferma.






























DAX stesse considerazione che per l' FTSEMIB, rottura ribassista
evidenziata in blu e rimbalzo che riposta l' Indicatore di Ciclo.




























Anche il ReportK6 del Dax è ancora tutto positivo





SP500 che conferma le considerazioni precedenti



























SP500 in versione a candele sempre elaborata in Excell che mostra i
2 rialzi decisi, anche qui il ReportK6, che ragiona a breve, è positivo.


























NASDAQ Biotecnologici dove Trend a Breve ed Indicatore di Ciclo
sono sui massimi mentre il Primary Trend continua a vedere negativo





Cina: pure qui rialzo/rimbalzo e resta la domanda quanto durerà e dove
ci porterà o se riemergeranno i trend a medio lungo negativi.
Da notare che l' Indicatore di Ciclo è rimasto in area positiva anche nel
ribasso, quindi la fiducia sulla Cina si sta rafforzando.